Prayer for Ruby Elm, John K Samson

  Io ho un debole per John K. Samson. Una specie di versione gentile di Henry Rollins, che lascia il posto di bassista dei Propagandhi e passa dall’hardcore a dischi quasi folk, scrivendo scarne poesie acustiche che parlano di gatti e dei loro padroni, di autostrade canadesi, antenati islandesi, esploratori antartici e degli olmi di…

eels-cautionary-tales

“The choice is mine for making A better road ahead The road that I’ve been taking, Headed for a dead-end, But it’s not too late to turn around”   (Riascoltare una nuova canzone degli¬†Eels dopo un po’ di tempo e scoprire (con piacere) un testo in cui si intravede un po’ di luce. Qualunque sia…